News

Inaugurato il Giardino dei Sorrisi

Può un posto dedicato ai bambini non avere uno spazio giochi all'aperto?

Foto per_sito_Giardino_sorrisi

Mancava giusto il tassello rappresentato dal «Giardino del Sorriso» per completare l'Ospedale dei bambini «Pietro Barilla» e a realizzarlo ci ha pensato il gruppo cooperativo Colser-Aurora Domus.

Inaugurato ieri pomeriggio alla presenza delle autorità cittadine, lo spazio giochi è stato immediatamente preso d'assalto dai piccoli pazienti ma non solo.

Il giardino infatti è aperto a tutti i bambini, perché buonumore e fantasia non hanno niente a che fare con la malattia e la voglia di giocare è la stessa per tutti.

Importante però farlo in uno spazio sicuro, per questo nella fase di progettazione, condotta dall'area educativa e tecnica di Colser tenendo conto delle indicazioni dei sanitari, si è pensato di suddividere l'area in zone adatte ad ogni età, con giochi adatti a tutti i bambini, anche quelli con mobilità ridotta: «Si tratta di un progetto a cui tenevamo molto - ha detto Cristina Bazzini, presidente di Colser-Auroradomus - nato dalla collaborazione tra la nostra area tecnica, l'area comunicazione e l'équipe ospedaliera, e mirato alla terapia ricreativa. Per noi è stato come riprendere il filo di un vecchio progetto, visto che già nel 2000 avevamo realizzato il parco giochi dell'allora reparto di Pediatria, inoltre questa donazione ci è parsa un atto dovuto verso il territorio in cui siamo profondamente radicati».

«Siamo grati per questo dono - ha detto la direttrice amministrativa dell'Ospedale dei bambini, Maria Rita Buzzi - che cura l'aspetto ludico di cui tutti i piccoli hanno bisogno».

E l'impegno di Colser, che da molti anni presta i suoi servizi di sanificazione ambientale all'interno dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma, s'inserisce bene in quello spirito di collaborazione tra pubblico e privato che è alla base dell'Ospedale dei bambini, nato dalla volontà della Fondazione appositamente costituita dalla Barilla spa, dall'impresa Pizzarotti e dalla Fondazione Cariparma.

«Questa è un'altra dimostrazione di attenzione al territorio - ha detto il direttore dell'Upi Cesare Azzali - che nasce dall'esempio di chi ha avuto il merito di completare questa struttura. L'impegno messo in favore dei più importanti, i bambini e della loro serenità, è un bel segnale per la comunità».

Al taglio del nastro e alla benedizione del parco giochi da 800 metri quadri, anche il sindaco Federico Pizzarotti che lo ha definito «la ciliegina sulla torta di una realtà bellissima di cui la città deve essere orgogliosa»; a rappresentare la Provincia invece, l'assessore alla Sicurezza Francesco Castria: «L'impegno del privato a fianco del pubblico - ha ricordato - rappresenta un beneficio per la comunità soprattutto in momenti come questo in cui le risorse scarseggiano».

«Entrare in ospedale attraversando il parco giochi – ha detto Giancarlo Izzi, direttore della struttura complessa di Pediatria e oncoematologia - mette già il bambino in uno stato d'animo diverso. Un ospedale dove si può anche giocare, è un posto che fa meno paura».

Fonte : Gazzetta di Parma Domenica 19 maggio 2013 - Articolo di Giulia Viviani

Gruppo Colser-Auroradomus

Via G.S. Sonnino 33/A
43126 Parma 
info@gruppocolserauroradomus.it
Telefono: +39 0521 957595
Fax: +39 0521 957595

Iscriviti alla newsletter del Gruppo Colser-Auroradomus